ASSEMBLEA ANNUALE 2011


VERBALE ASSEMBLEA DEI SOCI 10.5.2011

Il giorno  martedì 10 maggio 2011 alle ore 20.30 si riunisce in seconda convocazione presso la sede sociale a Pozza di Fassa, strada de la Veisch 40,  l’assemblea ordinaria dei soci dell’Associazione Lifeline Dolomites  per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. Relazione attività 2010
  2. Approvazione bilancio  consuntivo 2010
  3. Programma attività 2011
  4. Rinnovo cariche consiglio direttivo
  5. Quote Sociali
  6. Varie ed eventuali

Il Presidente Merighi Claudio, constatata   la presenza di 26 soci su 31, dichiara valida l’assemblea e  passa all’esame dell’ordine del giorno.

PUNTO N. 1   Relazione attività 2010

L'attività della Associazione LIfeline Dolomites durante l’anno 2010 ha visto il costante impegno da parte di tutti i Volontari principalmente per assicurare  il sostegno logistico, sanitario ed alimentare ai progetti medico-umanitari del dottor Carlo Spagnolli in Zimbabwe.

Altri importanti progetti e collaborazioni hanno caratterizzato l’intensa attività svolta da Lifeline Dolomites durante l’anno 2010, che   verrà illustrata di seguito.

Ritornando al progetto principale “aiuti allo Zimbabwe”, ricordo che il Dottor Spagnolli, dopo il gravissimo lutto che l'ha colpito  per la perdita della cara moglie Angelina avvenuta l'11 febbraio 2010, è ritornato in Zimbabwe e continua con sempre maggior dedizione la sua missione  a favore dei suoi malati e di tante persone povere; oltre a svolgere  l'attività  chirurgica ed ostetrica, provvede settimanalmente al trasporto e alla consegna di generi alimentari non solo per il sostentamento degli ammalati e del personale dell'ospedale missionario "Luisa Guidotti " di Mutoko dove lavora, ma anche per la sopravvivenza dei quasi 100 orfani del Villaggio San Marcellino di Harare, delle mamme malate di AIDS in cura presso il Centro Spagnolli sempre ad Harare e a favore dei centri di assistenza delle Suore della Carità a Kariba, Harare e Chinhoyi. In particolare il Dr. Spagnolli è molto impegnato nell'attività chirurgica  essendo l'unico chirurgo in una regione di oltre un milione e mezzo di abitanti. 

Per sostenere le molteplici attività del dottor Spagnolli durante l’anno 2010 sono stati spediti  5 container di aiuti umanitari in Zimbabwe: i primi due sono stati inviati in collaborazione con l'Associazione Amici Sen. Spagnolli di Rovereto il 20 aprile, il terzo container il 10 agosto e gli ultimi due container  il 18 ottobre 2010.

Nei 5 container spediti oltre a farmaci, materiale sanitario, attrezzature sanitarie, alimenti, vestiario e scarpe nuove, coperte e lenzuola ospedaliere, materiale per pulizia, macchine da cucire, cancelleria, scaffalature per ospedale, pannolini e pannoloni, sono state inviate anche apparecchiature ed impianti fotovoltaici, 2 pompe con relativi pannelli solari, generatori di corrente, materiale elettrico, 2 motoveicoli, biciclette, arredamento e altri aiuti specifici.

Questa importante ed impegnativa attività è stata possibile innanzitutto grazie alla disponibilità e al grande lavoro svolto dai Volontari dell’Associazione ed in secondo luogo grazie all’intervento della Provincia Autonoma di Trento che attraverso l’Assessorato alla Solidarietà Internazionale ha finanziato il progetto per il 2010 “INVIO CONTAINER DI SOPRAVIVENZA IN ZIMBABWE”. Di grande importanza è stata anche la collaborazione di Ditte, Enti e privati che con generosità hanno contribuito finanziariamente e hanno messo a disposizione molti aiuti umanitari.

Preme sottolineare la collaborazione degli Amici Detassis- Elettrocasa di Trento, del Pastificio Felicetti di Predazzo, della ditta Menz & Gasser di Novaledo, del Dott. Arghenini  Amministratore Delegato dell’Interporto di Rivalta Scrivia, della Famiglia Cooperativa Val di Fassa, della  Ditta Ferrarini di Reggio Emilia, dei Supermercati Poli di Trento, della ditta Buccella Renato impianti elettrici di Besenello, della ditta Errek di Trento, delle ditte Bernard Claudio Motors, Carrozzeria da Franco di Pera di Fassa e Giacomelli  Auto & Sport di Molina di Fiemme, della ditta Edilorenz di Vigo di Fassa, della ditta Attrezzature Medico Sanitarie di Trento, della Ditta Visa di Fontanelle di Treviso, della Ditta Ferruzzi di Pergine Valsugana, della  Croce Rossa di Savona, Voghera e Trento, dell’Ass. Amici Sen Giovanni Spagnolli di Rovereto, dell’Associazione Pane, Pace e Sviluppo di Colorno, degli Amici Racis e dell’Associazione Madonna della Carità di Rimini, della Fondazione Roberto Bazzoni di Milano, degli Amici di Telgate e di Pagnano di Merate, della Signora Ilaria Canali di Formello di Roma e di tante altre Ditte e privati delle Valli di Fiemme e Fassa.

Una significativa ed intensa collaborazione è stata sviluppata con il Comitato della Croce Rossa Italiana della Val di Fassa in occasione della raccolta di generi alimentari organizzata congiuntamente nel mese di maggio in tutti i negozi di alimentari delle Valli di Fiemme e Fassa a favore dello Zimbabwe e del Centro Bambini in Emergenza di Singureni in Romania. Sono stati raccolti oltre 50 q.li di alimenti.

Nel mese di agosto è stata organizzata la consueta “Festa dell’Amicizia e della Solidarietà” in Val san Nicolò di Pozza di Fassa al fine di dare modo al dottor Spagnolli di incontrare amici e sostenitori.

Anche questo importante evento, giunto all’undicesima edizione, al quale hanno partecipato oltre 400 persone, è stato possibile grazie alla collaborazione, in primo luogo degli Amici Lino e Betty Detomas, che come sempre hanno messo a disposizione la loro baita, in secondo luogo grazie alla collaborazione del Comitato Manifestazioni del Comune di Pozza di Fassa e dei numerosi Volontari che per l’occasione si sono prodigati ad organizzare un ottimo pranzo per tutti. Anche qui preme ricordare la collaborazione dell’Hotel Arnica di Soraga, del Piccolo Hotel, dell’Hotel Olimpic e la Ditta Lorenz Paolo Bibite di Vigo di Fassa, gli Alberghi Laurino e Valacia, i Ristoranti Le Giare e Vidor di Pozza di Fassa  e il caseificio di Campitello che generosamente hanno offerto  alimenti e  bevande.  La celebrazione della Santa Messa da parte di Don Luigi Vian ha come sempre portato, in particolare durante l’omelia, un momento di grande riflessione come pure l’intervento del Dottor Spagnolli con la sua toccante testimonianza. Alla manifestazione ha partecipato oltre al Sindaco di Pozza di Fassa Dr. Tullio Dellagiacoma che ha fatto gli onori di casa, anche l’Assessore provinciale alla Solidarietà Internazionale Lia Beltrami Giovanazzi e la Presidente del Comun General de Fascia Cristina Donei. Numerose le rappresentanze di Associazioni che collaborano nell’aiuto al dottor Spagnolli.

Nel mese di settembre 2010 si è concretizzato per il terzo anno consecutivo, grazie alla collaborazione di Egidio Giacomin di Cavalese,  l’aiuto al Seminario “Notre Dame” di Ziguinchor in Senegal, diretto da Padre Nicolas Biagui, con il trasporto a Bergamo presso la Società di trasporti internazionali di riferimento, di  aiuti umanitari ( 10 q.li di alimenti, 2 computer con relative stampanti, 2 sedie a rotelle e vari pacchi di vestiario). Da ricordare che Padre Nicolas Biagui, senegalese, da vari anni è presente alla Festa dell’Amicizia e della Solidarietà” in Val San Nicolò.

Nel mese di novembre il sottoscritto assieme al figlio Stefano e al Volontario Renato Buccella, tecnico di impianti elettrici, si è recato in Zimbabwe sia per il montaggio degli impianti fotovoltaici e delle pompe  ad energia solare, sia per aiutare il dottor Spagnolli nella distribuzione degli aiuti umanitari nei vari centri di assistenza.

Da segnalare inoltre l’iniziativa di solidarietà a favore di Lifeline Dolomites promossa dal Comitato Manifestazioni del Comune di Pozza grazie al Presidente Elio Pollam e alla Signora Daria, che in occasione di varie manifestazioni, hanno raccolto dal pubblico presente nel teatro tenda di Pozza dei significativi contributi che sono stati consegnati direttamente al Dottor Spagnolli in occasione della festa in Val San Nicolò.

Anche il progetto “Adozioni a distanza di bambini orfani” ha visto nel 2010 un significativo incremento delle adozioni di bambini orfani, abbandonati o di famiglie molto povere dello Zimbabwe.

57 sono i bambini adottati: 31 a Chinhoyi, che vengono amorevolmente seguiti dalle Suore della Carità, referente Suor Giovanna Giupponi, mentre 26 sono i bambini orfani adottati a Kariba, sempre grazie all’impegno delle Suore della Carità, referente Suor Silvia Altamirano.

Inoltre Lifeline Dolomites, su invito dell'Assessore Provinciale alla Solidarietà Lia Beltrami Giovanazzi, si è resa disponibile  ad attuare due progetti diretti (finanziati dalla Provincia) a favore del Centro Bambini in Emergenza di Singureni in Romania (centro fondato 15 anni fa dal giornalista RAI Mino Damato) che ospita bambini abbandonati perché sieropositivi o malati di aids.

Con il primo progetto già iniziato nel mese di dicembre 2009, è stato trasportato in Romania nel mese di gennaio 2010, grazie alla collaborazione della Croce Rossa,  un container da 66 m3 carico di tutto il materiale richiesto sia per l'alimentazione dei bambini che per altre esigenze sia sanitarie che logistiche del Centro. I volontari di Lifeline Dolomites hanno provveduto a trasportare a Verona gran parte del materiale presso il magazzino di riferimento dell'associazione Bambini in Emergenza e successivamente a caricare il container il giorno della partenza.

Lunedì 7 giugno, dopo un viaggio di quasi 2.000 km, è stato portato a termine il secondo progetto diretto con la consegna a Suor Maria Damoc, direttrice del Centro di Singureni, del bellissimo Pulmino Fiat Ducato, quasi nuovo,  tanti alimenti (raccolti nei negozi di Fiemme e Fassa), pannolini, biciclette, un'autoclave. Grande la gioia delle 5 suore, del personale e dei bambini del Centro che hanno accolto il sottoscritto e la vice presidente di Lifeline Dolomites, Barbara Pedrotti, con grande affetto e gratitudine.

A completare i due progetti si è reso disponibile anche il Signor Alcide Gardumi, titolare della Ditta Attrezzature Medico Sanitarie di Trento, che ci ha raggiunti a Singureni per montare il riunito dentale donato precedentemente e riparare altre apparecchiature sanitarie.

Questi due progetti ci hanno dato modo nuovamente di venire a diretto contatto con tragiche realtà, vicine a noi,  che troppo spesso dimentichiamo, con i gravissimi problemi legati all'abbandono dei bambini, alla sofferenza e anche alla gioia di queste piccole creature che hanno trovato nel Centro  di Singureni un porto sicuro, serenità, l'affetto e l'amore delle suore, di tutto il personale e naturalmente del compianto Mino  Damato e di sua moglie Silvia, persone straordinarie.

Per terminare l’anno nel miglior modo, come già avvenuto nel 2009, il giorno di Natale,  Radio Dolomiti, grazie alla disponibilità e collaborazione del direttore Corrado Tononi. ha organizzato  una asta di beneficienza che ha dato un significativo riscontro economico.

Per concludere, come specificato in premessa, la scrivente Associazione ritiene di grande importanza la collaborazione con altre Associazioni di Volontariato, sia nello scambio di idee, sia nell’aiuto reciproco in occasione delle attività di raccolta degli aiuti umanitari; a questo proposito si ritiene molto gratificata nel poter mettere a disposizione di altre associazioni la propria esperienza, i propri mezzi e quant’altro  può servire a realizzare un sostegno a favore delle persone in difficoltà, ai poveri e quanti, sia sul proprio territorio che in altre parti del mondo, hanno bisogno di un aiuto concreto.

Infine è doveroso ringraziare i più stretti collaboratori iniziando dalla Vicepresidente Barbara Pedrotti, i consiglieri Simone Calligari, Sara Merighi e Lino Detomas, gli amici volontari Paolo e Gianni Bernard, Gabriele Rasom, Gianni Calenzani,  Renata Iori, Daniele e Stefano Merighi,  preziosissimi nell’attività di preparazione  nei vari settori degli aiuti umanitari da inviare nei container, David Pirone e Beppe Cuva per la cura del sito internet e tutti gli altri Volontari che in varie occasioni hanno dato e danno con entusiasmo la loro disponibilità.

Punto n. 2      Approvazione conto consuntivo per l’anno 2010:

Il Presidente illustra ai presenti il bilancio consuntivo per l’anno 2010caratterizzato  da intensa attività e che viene chiuso in modo positivo.

Al termine della relazione, l’assemblea approva all’unanimità il bilancio consuntivo per l’anno 2010.

Punto 3.    PROGRAMMA ATTIVITA’    ANNO 2011

Promozione raccolta fondi per sostegno attività del Dr. Carlo Spagnolli in Zimbabwe, mediante sensibilizzazione Enti e privati + comunicati stampa + 5x1000.
Attuazione progetto d’emergenza“Invio container di  sopravivenza in Zimbabwe” finanziato al Provincia Autonoma di Trento – Ass. Solidarietà Internazionale. Spesa prevista per sped. 5 container € 39.000 – spesa finanziata da PAT 31.200.-
Raccolta aiuti umanitari da inviare in Zimbabwe (alimenti – vestiario – attrezzature sanitarie – medicinali – arredamento.
Sostegno al progetto per la costruzione di una casa bifamiliare “Casa di Renato” finanziata dal Gruppo di Pagnano, mediante invio di arredamento specifico e fondi relativi.
Raccolta di attrezzature per la realizzazione della falegnameria-officina da realizzarsi sempre all’Ospedale “Guidotti” di Mutoko.
Attuazione progetto diretto finanziato dall’assessorato alla Solidarietà Int. della PAT: “Formazione Chirurgica Specialistica in Zimbabwe”  presso l’ospedale Luisa Guidotti di Mutoko, dove opera il dr. Spagnolli, con la disponibilità del neurochirurgo Michele Conti. 
Proposta di attuazione progetto in collaborazione con PAT “Adozione medici zimbabweani per attività ospedaliera” presso  Osp. Guidotti e St. Michaels.- (da perfezionare con l’assessorato alla Solidarietà della PAT.
Sostegno al Centro Bambini in Emergenza di Singureni, mediante aiuti finanziari da parte della PAT. + Invio aiuti umanitari
Invio di un container di attrezzature sanitarie e 1 generatore da 40 kw al nuovo Reparto maternità dell’Ospedale di Lodonga in Uganda, dove è nata Angelina Bugaro, moglire del dr. Carlo Spagnolli e costruito in suo ricordo. (finanziamento già ottenuto di 9.000 euro da parte dello Studio Notario Falqui di Rovereto per acquisto generatore e altre attrezzature).
Festa dell’amicizia e della Solidarietà in Val San Nicolò 28 agosto 2011.

Iniziative già attuate durante i primi 5 mesi di quest’anno:

Partecipazione il 30 marzo 2011 allo “Spettacolo di Danza & e solidarietà” organizzato dall’Istituto La Rosa Bianca di Cavalese a favore di LIfeline Dolomites e dedicato al sostegno del Centro Bambini in Emergenza (incasso 2.780 € con la presenza della Presidente Silvia Damato.
Partecipazione alla giornata di solidarietà in collaborazione con l’Associazione Amici Sen Spagnolli di Rovereto per la sensibilizzazione del progetto Poli: Un amico in più per fermare l’Aids in Zimbabawe.
Spedizione di due container + preparazione del terzo (già disponibili 63 q.li di carne in scatola – 16 q.li di marmellata - 4 q.li di pasta Felicetti – arredamento donato dalla Banca Popolare di Cananei, attrezzature sanitarie donate dall’Ospedale di Cavalese e dal Distretto Sanitario di Fassa e computer donati dalla Cassa Raiffeisen di Aldino.)

Punto 4.   Rinnovo cariche sociali.

Il Presidente fa presente ai soci la necessità di rinnovare le cariche sociali, essendo scadute e si passa quindi alla votazione della nuove cariche.

L’esito delle votazioni da il seguente risultato:

Presidente                                        Claudio Merighi         con voti   25

Vicepresidente                                 Barbara Pedrotti     con voti   25

Consigliere – Segretaria                  Sara Merighi           con voti   25

Consigliere                                       Lino Detomas         con voti   25

Consigliere                                       Simone Calligari     con voti   25

Punto n 5. Quote Sociali

Su proposta del Presidente l’assemblea dei Soci all’unanimità delibera di

fissare in 50 € la quota di ingresso di un nuovo socio e 10 € la quota annuale di rinnovo.

Alle ore 22.00, esaurito l’ordine del giorno, l’assemblea ha termine.

 

Il Presidente

Claudio  Merighi

print

News

Contatti

Lifeline Dolomites

Strada de la Veisc, 40
38036 Pozza di Fassa TN

Tel. +39 0462 764253
Fax +39 0462 764253

info@lifeline-dolomites.it

 

 Privacy Policy   

Informativa sui cookie

Lifeline Dolomites Onlus - Strada de la Veisc, 40 - 38036 Pozza di Fassa TN
Tel. +39 0462 764253 - Fax. +39 0462 764253 - Email: info@lifeline-dolomites.it
Copyright 2011 by LifeLine Dolomites - C.F. 02032240224