ASSEMBLEA ANNUALE 2016 E RELAZIONE ATTIVITA' 2015

ASS. LIFELINE DOLOMITES ONLUS
STRADA DE LA VEISC N. 40   -  38036 POZZA DI FSSSA
 
VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA
 
Il giorno 29 maggio 2016, alle ore 11 in loc. Val San. Nicolò in Pozza di Fassa, si è svolta, in seconda convocazione, l’assemblea ordinaria dell’Associazione LIfeline Dolomites per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:
 
1. Relazione attività 2015
2. Approvazione bilancio consuntivo 2015
3. Programma attività 2016
4. Rinnovo cariche consiglio direttivo
5. Varie ed eventuali
 
 


Il Presidente Claudio Merighi, constatata la validità dell’assemblea alla quale sono presenti 28 soci,
inizia la trattazione dell’ordine del giorno e chiama a fungere da segretaria la Signora Iori Renata
che accetta.
 
Punto 1: Relazione attività 2015
Cari Soci e Volontari,
prima di iniziare la relazione sull’attività svolta durante il 2015 permettetemi di porgervi un sincero ringraziamento per la collaborazione e l’aiuto offerto in tante occasioni e che ci permette di continuare con impegno, non solo a sostenere i progetti socio sanitari del dr. Carlo Spagnolli in Zimbabwe, ma attuare anche tante altre attività solidali che poi saranno illustrate nel dettaglio. Un particolare ringraziamento lo rivolgo agli amici del Consiglio Direttivo dell’Associazione nelle persone della Vicepresidente Barbara Pedrotti, dei consiglieri Lino Detomas, Pierluigi Tava, Sara Merighi e del responsabile del settore informatica e sito internet David Pirone per la costante disponibilità.
Credo comunque che se siamo qui, lo dobbiamo principalmente al dottor Carlo Spagnolli, che nel 2000 ha dato vita alla nostra Associazione e al quale ci stringiamo con un affettuoso abbraccio ringraziandolo di cuore per il suo grande impegno a favore degli ammalati e dei poveri in 40 anni di missione in Africa.
ATTIVITÀ 2015
L’anno 2015 ci ha visti impegnati su vari fronti con progetti importanti, realizzati grazie al parziale contributo della Provincia Autonoma di Trento, grazie alla raccolta di fondi in occasione di manifestazioni, concerti ed eventi e grazie a importanti donazioni di materiale e alimenti.
Mi preme sottolineare con gratitudine la collaborazione del Direttore artistico dell’associazione Des Etoiles di Trento e di tutti i loro componenti.  Grazie al costante impegno del responsabile eventi Pierluigi Tava, con i 5 musical organizzati durante il 2015, abbiamo avuto modo di introitare dei significativi importi e di portare in Val di Fassa, a Tesero  e Trento degli spettacoli veramente di grande valore artistico.
La raccolta fondi estiva in occasione delle serate dei cori al Palatenda di Pozza, seguite con passione e cura dai Volontari Daria e Elio Pollam, hanno portato ulteriore linfa economica e soprattutto sensibilizzato, con la proiezione del DVD istituzionale, le persone presenti. Un sincero ringraziamento va anche al Comitato Manifestazioni e al Coro Val Fassa che ha sempre dedicato le serate alla nostra Associazione.
La Scuola Musicale Pentagramma di Fiemme e Fassa ed il Coro Enrosadira, grazie alla nostra Vicepresidente Barbara Pedrotti  e a Roberto Silvagni, con i loro concerti di beneficenza dedicati al sostegno dell’attività del Dr. Spagnolli in Zimbabwe, hanno ulteriormente contribuito finanziariamente a coprire le spese a carico dell’Associazione dei vari progetti.
Progetto diagnosi e terapia precoce del carcinoma uterino in Zimbabwe: questo progetto  triennale è terminato il 31 dicembre 2015. E’ stato realizzato grazie all’impegno straordinario del dr. Carlo Spagnolli che ha formato oltre 100 fra medici, infermiere ed ostetriche locali. Circa 12.000 donne sono state sottoposte a screening, 700 delle quali sono guarite grazie alla crioterapia in quanto affette da tumore.  10 sono stati i centri sanitari opportunamente attrezzati. La spesa totale di questo progetto è stata di 335.000 €-   268.000 € a carico della PAT - 64.000 a carico Ass. Spagnolli-Bazzoni di Rovereto e i restanti 3.000 € a carico Lifeline Dolomites che ha curato tutta la parte organizzativa relativa all’acquisto e spedizione delle apparecchiature e materiale sanitario a mezzo container con successiva distribuzione in Zimbabwe ai vari centri sanitari.
Progetto d’emergenza: Invio di due container di aiuti di sopravvivenza in Zimbabwe: è nota la gravissima situazione in cui si trova lo Zimbabwe; la stragrande maggioranza della popolazione, in grande povertà, è da tempo sottonutrita o malnutrita; la produzione di derrate alimentari è scarsa anche a causa della siccità e pertanto i nostri container con significativi quantitativi di alimenti, sono vita per tanti bambini e mamme in difficoltà.   La spedizione del primo container è stata realizzata il 4 maggio 2015 mentre il secondo è stato spedito il 3 dicembre 2015; entrambi i container contenevano oltre ad un quantitativo significativo di alimenti anche farmaci urgenti, materiale e attrezzature sanitarie, coperte e vestiario, in particolare per bambini, oltre al materiale sanitario urgente occorrente per continuare l’attività di screening per la diagnosi precoce del carcinoma del collo uterino. Per quanto riguarda gli alimenti sono stati inviati 55 q.li di pasta, 34 q.li di marmellata, 19 q.li di passata di pomodoro e in minor quantità tonno, riso, zucchero, farina e olio. 
Gli alimenti e gli altri aiuti umanitari sono stati consegnati personalmente dal dr. Carlo Spagnolli: 
- al Villaggio San. Marcellino di Harare che ospita un centinaio di bambini orfani o abbandonati, ciechi, con handicap, molti dei quali sieropositivi.
- al Centro G. Spagnolli di Harare che, grazie alla collaborazione delle Suore della Carità, sono stati successivamente distribuiti alle donne ammalate di aids e ai loro figli, in cura presso il Centro stesso.
- All’Asilo Svinurai di Kariba gestito dalle Suore della Carità che ospita 180 bambini poveri e che abbisognano anche di adeguata alimentazione.
- Al Centro delle Suore della Carità e S.O.L.A.  Sisters di Chinhoyi (in gran parte Suore italiane) che distribuiscono settimanalmente cibo e vestiario ai poveri.
A questo progetto hanno collaborato parecchi volontari sia nella raccolta degli aiuti che nel riempimento dei container. Come sempre, preziosissima, la disponibilità degli amici della Edilorenz di Vigo per il carico e lo scarico dei container, trasportati poi al VTE di Genova dai Volontari della Croce Rossa di Voghera e Savona.
Il terzo progetto, finanziato parzialmente dalla PAT, riguarda la realizzazione da parte della Società Ercamedia di Trento del DVD “Sulle ali della speranza in ZImbabwe” per la documentazione dell’attività svolta nella prevenzione e cura del tumore al collo dell’utero. 
 
Progetto Falegnameria:
Grazie alla collaborazione e alla disponibilità del nostro Volontario di Rovereto Walter Dellecave, che si è recato in Zimbabwe nei mesi di luglio e agosto 2015, anche il progetto falegnameria ha visto la continuazione della formazione dei tre ragazzi del Centro Spagnolli di Harare, già adeguatamente preparati dallo stesso Walter durante il 2014. Ricordo che il progetto falegnameria è nato a seguito della donazione da parte di Maurizio Detomas della Ditta Ladinarre di di Mazzin di una combinata professionale e del tornio donato da Gino Vian di Pera.
Donazione schermo televisivo
In occasione del Musical del 13 marzo 2015 al Teatro Santa Chiara di Trento, assieme all’Associazione Des Etoiles abbiamo donato al Reparto di Cardiologia dell’Ospedale Santa Chiara uno schermo/TV da 55 pollici, necessario al Dott. Bonmassari per la formazione del personale.
Collaborazione con altre  Associazioni
Lifeline Dolomites, da sempre collabora con altre associazioni di volontariato sia sul territorio trentino che fuori provincia, mettendo a disposizione significativi quantitativi di marmellata donata  dalla Ditta Menz & Gasser di Novaledo,  vestiario e scarponi donati della Scuola Alpina della Guardia di Finanza di Predazzo e altri aiuti. Tali aiuti sono stati donati ad associazioni che operano in Bielorussia, Romania, Moldavia, Uganda, Georgia e ad altre associazioni che fanno assistenza ai poveri in Trentino,  a Belluno (Ass. di Don Gigi) e a Pagnano di Merate.
Festa dell’Amicizia e della Solidarietà
Come ormai da 15 anni, grazie alla grande disponibilità della Famiglia di Lino e Betty Detomas, il 23 agosto 2015  è stata organizzata in Val S. Nicolò la 16^ Festa dell’Amicizia e della Solidarietà in onore del dr. Carlo Spagnolli al fine di radunare i tanti amici e sostenitori che sono giunti da ogni parte d’Italia. Grande successo della manifestazione che ha visto la presenza di oltre 400 persone, alle quali, dopo la Santa Messa celebrata da Mons. Giuseppe Filippi, vescovo missionario comboniano in Uganda, è stato offerto a tutti un pasto alpino. Dopo il pranzo il Coro Enrosadira di Moena, diretto dalla Vicepresidente di LIfeline Dolomites Barbara Pedrotti , ha offerto un concerto di canti alpini ed africani particolarmente apprezzato dai presenti.
 
Punto 2: APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSUNTIVO 2015
 
Il Presidente passa ad illustrare nel dettaglio il bilancio consuntivo chiuso al 31.12.2015 che presenta un avanzo di gestione di € 21.343,04. Tale importo viene impegnato per il finanziamento a carico dell’associazione sul progetto triennale polispecialistico sanitario di formazione e attività clinica in Zimbabwe. L’impegno dell’Associazione su tale progetto, cofinanziato dalla Provincia Autonoma di Trento, prevedere l’apporto di 30.000 € in tre anni dal 2016 al 2018.-  Dopo ampia illustrazione delle varie voci di bilancio e sulle  problematiche che hanno indotto l’Associazione a richiedere alla Cassa Raiffeisen un mutuo di 20.000 E al fine di poter effettuare i pagamenti delle fatture legate ai vari progetti finanziati dalla PAT e dalla medesima non anticipati nei tempi previsti, il bilancio 2015 viene approvato all’unanimità dall’assemblea.
 
Punto 3: Programma attività 2016
Il Presidente fa presente quanto segue: oltre all’attività istituzionale svolta dai propri Volontari, con la spedizione dei container, la raccolta fondi nelle varie manifestazioni, organizzazione Musical a Pozza di Fassa il 23 luglio e 13 agosto e programmazione della Festa dell’Amicizia e della Solidarietà prevista per il 21 agosto 2016,  Lifeline Dolomites onlus , grazie all’instancabile opera del dr. Carlo Spagnolli e della gratuita partecipazione dei medici ed infermieri coinvolti, ha sviluppato un importante progetto sanitario polispecialistico triennale 2016-2018 presso l’Ospedale Provinciale di Chinhoyi in Zimbabwe, parzialmente finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento, che prevede l’attività clinica e la formazione del personale sanitario locale con l’obiettivo di:
 
1. Implementare il progetto per la diagnosi e terapia precoce del carcinoma del collo uterino Resp. Sanitario e  Formatore  Dr. Carlo  Spagnolli                 
2. Implementare il progetto di cardiologia di emergenza      Dr. Roberto Bonmassari      -         Dr. Domenico Catanzariti  -  Dott.ssa Prisca Zeni  +  personale  infermieristico
3.  Avviare il  progetto di attività diagnostica e terapia chirurgica con tecniche laparoscopiche Dr. Giuseppe Tirone per chirurgia laparoscopica  toracica-addominale
           Dott.ssa Bruna Zeni  per chirurgia laparoscopica ginecologica con relativo personale                   infermieristico
4. Avvio progetto di diagnostica per immagini  
               Dr. Dario Visconti  -  T.S.R.M.   Francesca Cattoi
5. Avvio di progetto formativo in tecniche di emergenza per personale sanitario locale
             Inf. Alberta Spagnolli
 
6. Avvio di progetto formativo di educazione sanitaria  alle donne delle aree urbane e rurali
            Inf. Alberta Spagnolli
 
Costo del progetto 350.000 (320.000 €  a carico a PAT – 30.000 € a carico Lifeline Dolomites)
Questo progetto ha già visto l’acquisto e la spedizione delle apparecchiature e del materiale sanitario ai primi del mese di maggio 2016 a mezzo container. Al fine di concordare e sottoscrivere i rispettivi impegni e programmi con la Direzione dell’Ospedale Provinciale di Chinhoyi in Zimbabwe e nello stesso tempo consegnare le attrezzature ed il materiale sanitario, in particolare dell’implementazione del primo sottoprogetto riguardante la formazione del personale locale e l’apertura di altri 4 centri sanitari per la diagnosi precoce e cura del tumore cervicale, è prevista una prima missione in Zimbabwe da parte del Presidente Claudio Merighi e del Dr. Carlo Spagnolli alla fine del mese di giugno per almeno 4 settimane. E’ prevista invece per la seconda metà di settembre 2016 la seconda missione 2016 per attuare con tutti i medici,  paramedici e tecnici coinvolti, la prima fase in programma di tutti i sottoprogetti.
 
Punto n. 4 : Rinnovo cariche consiglio direttivo
 
Il Presidente comunica che, in base allo statuto, deve essere rinnovata la nomina del nuovo Consiglio Direttivo, in scadenza al 31 maggio 2016. Il Presidente, dopo aver illustrato l’attività e le competenze svolte con grande impegno e responsabilità da parte di tutti i componenti il Consiglio Direttivo nel triennio precedente, sentita da parte dei consiglieri uscenti la disponibilità a proseguire nell’impegno, propone ai presenti di rinnovare la fiducia al Consiglio Direttivo uscente. Dopo breve discussione a seguito della relativa votazione vengono eletti;
con n. 27 voti Presidente - Claudio Merighi
con n. 27 voti Vicepresidente - Barbara Pedrotti
con n. 27 voti Consigliere - Lino Detomas con delega alla logistica locale
con n. 27 voti Consigliere - Pierluigi Tava con delega organizzazione eventi
con n. 27 voti Consigliere - Sara Merighi con delega alla Segreteria e Tesoreria
 
A norma dell’art. 3 dello statuto viene inoltre nominato il dr. Dario Visconti, Delegato ai rapporti con l’Azienda Sanitaria di Trento al fine di coordinare tutte le attività che vedono coinvolti sia il personale medico e tecnico dipendente dell’Apss di Trento, che le eventuali disponibilità di materiale ed attrezzature sanitarie utili ai progetti, in particolare sul sottoprogetto di diagnostica per immagini.
 
Alle ore 13,00 esauriti i punti all’ordine del giorno, l’assemblea ha termine.
 
Letto, approvato e sottoscritto
 
Il Presidente
Claudio Merighi
print

News

Contatti

Lifeline Dolomites

Strada de la Veisc, 40
38036 Pozza di Fassa TN

Tel. +39 0462 764253
Fax +39 0462 764253

info@lifeline-dolomites.it

 

 Privacy Policy   

Informativa sui cookie

Lifeline Dolomites Onlus - Strada de la Veisc, 40 - 38036 Pozza di Fassa TN
Tel. +39 0462 764253 - Fax. +39 0462 764253 - Email: info@lifeline-dolomites.it
Copyright 2011 by LifeLine Dolomites - C.F. 02032240224